• Read 660 times
  • Print
  • Email
  • Add new comment

Di nuvole, di disegni e di evitamento

Di nuvole, disegni ed evitamento Di nuvole, disegni ed evitamento

Non riuscivo a spiegare il mio comportamento così altalenante con questo blog. Mi sono arrovellata nel cercare una spiegazione plausibile e mi sono interrogata su tante cose.

Mi piace cucire, creare tutorial e stampabili, fare dolci, lavorare con photoshop, fare disegni ecc ecc. quindi il problema non era il FARE!!!

Sicuramente nel blog ci sono tante cose che non mi piacciono (non mi appaga il template, il font, le foto), infatti sto sempre a cambiare e modificare e fortunatamente questo joomla me lo permette, ma le visite comunque arrivavano, quindi da escludere anche il blog in sé per sé.

Allora?!!! Cos'è che non va? Rivelazione (rullo di tamburi!!!!): SONO IO, o meglio, il mio atteggiamento EVITANTE!

 

Ti è mai capito di sabotarti da solo? Quando le cose stanno andando per il meglio e tu sparisci, ti ritiri per il più banale dei motivi? Sì, questo è EVITAMENTO.

Le cause di questo atteggiamento sono molteplici, può nascere da un'infinità di condizioni, ma alla base c'è sempre quella maledetta PAURA di fallire, di non saper gestire le situazioni. Ovviamente come immaginerai il mio problema non è solo legato al blog, ma anche ad altri ambiti della mia vita e se devo dirla tutta ora sono stanca di me stessa. Alla mia "tenera età" :))) non posso più nascondermi, me lo devo!

E così ho deciso di FARE di più per me e di APRIRMI di più almeno partendo da questo post.  Le mie considerazioni sono state così banali:

1. Male che va nessuno leggerà il post (la previsione migliore!).

2. Chi lo leggerà non tornerà più sul blog (quella catastrofica).

In effetti se ti trovi qui è perché stai cercando qualche decorazione, un tutorial o un'altra cosa, ma sicuramente non perché vuoi leggere di una blogger impazzita con problemi di evitamento e ti do pienamente ragione.

Ho stilato il mio piano d'azione:

- devo scrivere (parlare) di più perché ho PAURA di farlo per centinaia di motivi (e non scherzo!);

- devo dedicarmi a qualcosa con costanza, cioè a un FARE lento e giornaliero.

In questo mi è venuto in aiuto il BULLET JOURNAL: appunto un fare lento e giornaliero! Ogni giorno c'è qualcosa di nuovo da disegnare e da scrivere, nuovi mondi da esplorare. Richiede tanta costanza, altrimenti non ti ritrovi più i giorni dove annotare le cose. Per farlo uso un semplice quaderno e penne, pennarelli, colori che ho in casa. Ho buttato via le maschere del "NON POSSO" perché non ho... questo e quello,  del "NON VA " perché mi manca.... questo e quello. Ho capito che si riesce a fare tutto se si ha la giusta volontà e pazienza! E allora disegno doodle, creo settimane sulla carta e le coloro anche con i Giotto cicciosi di mia figlia, non importa come, basta farlo, devo farlo. Basta con le scuse, basta con l'evitamento. 

E i non posso e i non va sono spariti anche dal mondo del cucito. Faccio, ricreo e rimodello in base a quello che ho! Le nuvole sorridono anche se sono in pannolenci e feltro!

 

Che Dio ti benedica!

Imma

Add comment


Security code
Refresh